IL TRATTAMENTO BIO-FREQUENZIALE

Bicom è uno strumento che lavorando sulla regolazione bioelettronica opera sull’armonizzazione delle frequenze dell’organismo cancellando i processi alterati e riconducendo così il corpo all'equilibrio.

Trattamento bio-frequenziale

L’organismo umano è un grande dipolo elettrico che è immerso in un campo di oscillazioni elettromagnetiche molto vario e sembra che una spiegazione della velocità di molti se non di tutti i processi che avvengono nell’organismo, si possa attribuire alla comunicazione elettromagnetica che permette tempi rapidissimi di trasferimento dei messaggi all’interno del corpo. Si entra quindi nel campo frequenziale o meglio bio-frequenziale.
Alla base della diagnostica dello strumento BICOM c’è l’EAV : una misura della risposta del corpo all’applicazione di una minima tensione tra un elettrodo tenuto in una mano ed uno con cui si tocca un punto.

La valutazione dei valori di risposta ci dirà lo stato del punto, del meridiano e degli organi associati sempre da un punto di vista elettromagnetico.
E’ lo stesso percorso della MTC: i disturbi dei meridiani e degli organi secondo una diagnosi di MTC hanno un valore energetico e quindi anticipano quelli che sono eventuali disturbiorganici.

In pratica i punti su cui si effettuano le misurazioni variano le proprie risposte a seconda dello stato del meridiano e dall’organo associati.

Il BICOM si basa sempre su principi di regolazione bio-elettronica, sfruttando le emissioni della persona.
Attraverso un elettrodo in entrata lo strumento ottiene le frequenze dell’organismo e poi riesce a distinguerle tra quelle fisiologiche e quelle disturbate.
Quelle fisiologiche sono re-inviate al corpo tramite un elettrodo di uscita così come sono o amplificate per migliorare le sue performance.
Quelle alterate sono invece elaborate e invertite d’onda in modo che quando giungono alla persona annullano l’onda originale per un fenomeno fisico di interferenza ondulatoria.

Le possibilità sono infinite, ovvero sono già previsti centinaia di programmi che trattano i più comuni disturbi.
Partendo da un programma di base, si vanno poi a verificare ed eventualmente si trattano alterazioni che possono creare blocchi profondi, che possono essere alla base dello sviluppo di vere e proprie malattie, come quelle dovute a geopatie, cicatrici, tossine, intolleranze alimentari, parassiti ecc.

CAMPI  DI  APPLICAZIONE

La terapia biofrequenziale per mezzo del  BICOM offre un valido contributo nell’analisi dettagliata  e nel trattamento tra l’altro di:

  • allergie
  • intolleranze alimentari
  • deficienze vitaminiche e minerali
  • corretto metabolismo
  • livello energetico di meridiani ed organi
  • alterazioni a livello gastro-intestinale
  • disturbi di pelle e cicatrici
  • disturbi circolatori
Studio Salute, Scandicci (FI)

Per consulti chiamare il 320 95 22 446

Condividi