ALLERGIA

Allergia

L’allergia è un disturbo che viene riferito di solito a problemi a carico del polmone come rinosinusite allergica o rinosinusite vasomotoria o della pelle (orticaria).

In ogni caso è un disturbo che riconosce come causa una iper-attivazione del sistema immunitario scatenata da alimenti o da allergeni inalati o da contatto con sostanze (dermatite allergica).

Molti sintomi respiratori sono comuni al semplice raffreddore ma la diagnosi differenziale risulta semplice in quanto una forma virale non va oltre la settimana e non trae guadagno dalla terapia sintomatica utile nelle forme allergiche. Inoltre si può facilmente individuare una “diatesi allergica” ovvero un terreno predisponente di solito ereditario che si manifesta sin dalla primissima infanzia e che ci testimonia la presenza di uno squilibrio di IgE responsabili principali dello scatenamento di tali reazioni allergiche.

Ma il problema allergico si può manifestare anche in persone adulte e qui riconosce cause un po’ diverse.

In ogni caso il problema principale è sempre nella persona e non va ricercato se non per una soluzione pratica ed immediata nell’allergene.

Cosa significa questo? Significa che la domanda da porsi è perché io sono allergico alla sostanza x che di suo non è tossica e non scatena nella maggioranza delle altre persone lo stesso problema? Da cosa deriva questa mia iper-reattività ?

Affrontare il disturbo in questo modo, da questo punto di vista consente di avere delle chance in più per risolverlo in maniera quanto meno più “naturale”

L’allergia respiratoria, la cosiddetta allergia da fieno di solito stagionale cui ci si riferisce quando si parla di allergia è un disturbo a carico soprattutto di naso ed occhi. Se lo vediamo da un punto di vista della MTC sono coinvolti il Polmone (naso) ed il Fegato (occhi). Il problema principale è però respiratorio ed è quindi correlato soprattutto al Polmone, ma anche al viscere ad esso correlato sempre secondo la MTC ovvero il Grosso Intestino il cui meridiano va a terminare proprio alla radice del naso nel punto 29 L.I. il cui nome significa “accoglie gli odori”. Questo aspetto è molto importante perché già almeno 2 mila anni fa sapevano dell’importanza della condizione intestinale correlata al naso ed al Polmone.

Oggi le conoscenze sul ruolo svolto dalla mucosa intestinale (MALT) nell’ambito immunitario confermano questa visione ed aprono a nuove interpretazioni fatte proprie soprattutto dalla PNEI.

La visione olistica che abbraccia tutta la persona trova in questo caso anche una validazione scientifica.

Nelle discipline del benessere quindi affrontare l’allergica significa prendersi cura del proprio intestino e delle ghiandole surrenali che sono le produttrici endogene di “cortisone” il che può essere poi lo stesso in quanto una condizione alterata intestinale produce una risposta surrenale per controllare lo squilibrio. Inoltre uno stress oltre ad impattare sulle ghiandole surrenali lo fa anche sull’intestino e si crea una spirale.

Nella MTC l’allergia viene affrontata trattando il Polmone ma anche il Grosso Intestino ed il Fegato. Il Tuina o la cromo puntura sono tecniche utilizzate dall’operatore non medico. Un’altra branca importante ed efficace è l’AURICOLOTERAPIA che presenta dei punti per trattare l’allergia con efficacia.

Vi sono poi piante che presentano indicazioni utili per il controllo sintomatico dell’allergia, in primis il Ribes Nigrum macerato glicerico 1DH con azione riequilibrante sui linfociti T.

Altra disciplina importante è la biorisonanza: il BICOM è uno strumento che è altamente efficace nell’allergia con programmi specifici e la possibilità di effettuare una desensibilizzazione specifica verso l’allergene in modo da dare un sollievo immediato. Unito al trattamento di fondo questo può essere utile per superare subito i problemi più acuti e poter quindi operare il cambiamento del terreno di fondo.

Studio Salute, Scandicci (FI)

Per consulti chiamare il 320 95 22 446

Condividi